Indossavano le maschere di Scream, il noto film horror degli anni Novanta, i tre rapinatori che l’altro giorno hanno fatto irruzione all’interno della Zuccherificio D’Avino di via Longola a Poggiomarino. Insomma, non soltanto il volto coperto, ma addirittura un travestimento per non farsi riconoscere e ripulire così i soldi in contanti del “re dello zucchero”.

I rapinatori hanno atteso l’apertura del cancello della nota azienda e si sono infilati, riuscendo così a fare breccia nell’azienda. I dipendenti, con la pistola puntata contro, sono rimasti in ostaggio per quasi 30 minuti. «Andiamo avanti e restiamo al Sud. Nonostante episodi del genere crediamo ancora che si debba investire su questo territorio», hanno dichiarato i titolari.