Piazza di spaccio casalinga a Pompei gestita da due minorenni e quattro maggiorenni scoperta dai carabinieri. Nel corso di un servizio per la prevenzione di reati nei luoghi di aggregazione dei ragazzi, i militari dell’Arma a Santa Maria la Carità hanno controllato un 17enne di Scafati, trovandogli 50 grammi di marijuana e 60 euro in contanti; così hanno perquisito un’abitazione di Pompei sorprendendovi un altro 17enne di Scafati e 4 ragazzi (uno dei quali abita lì) a confezionare in dosi 3 chili di marijuana.

I cinque erano seduti su divanetti e sopra a un tavolino avevano a portata di mano un bilancino e svariate bustine; in un cassetto, inoltre, i militari hanno rinvenuto 3.400 euro in contante. I maggiorenni sono stati arrestati, i minori denunciati per detenzione di droga a fini di spaccio. Al termine delle formalità i minori sono stati affidati ai loro genitori, mentre A.D.R., 18enne, A.M., 19enne, P.D.A., 25enne e M.G., 23enne, l’unico già noto alle forze dell’ordine, tutti di Scafati, sono stati portati in carcere.