Non è grave il bambino di 10 anni, di nazionalità bengalese, che è stato colpito alla testa da un piombino esploso da una pistola ad aria compressa. È successo sabato sera a Palma Campania, e probabilmente la matrice è quella razzista. I carabinieri indagano su una Mercedes nera passata davanti al negozio di frutta dove è avvento il raid.

Portato in ospedale, il bimbo sarà operato nelle prossime ore per estrarre il proiettile, che si è conficcato nella pelle della nuca ma senza produrre lesioni gravi. Le sue condizioni non destano preoccupazione. Il colpo è stato esploso da uno o più sconosciuti a bordo di un’auto.