Cellulari senza la possibilità di intercettazione da parte delle forze dell’ordine. Strumenti di cui si servivano i 7 narcos arrestati nei giorni scorsi dalla Guardia di Finanza e che operavano tra San Giuseppe Vesuviano e Terzigno, con ramificazioni tra Secondigliano e l’Olanda appunto per il traffico di droga. La gang con a capo Natale Scarpa era dotata di smartphone e blackberry costati fino a 3mila euro e opportunamente modificati per respingere le intercettazioni. A scoprirlo gli investigatori durante il tempo impiegato per le indagini.