Fa un po’ ridere, ma soprattutto tanta rabbia, rileggere l’appalto dei lavori della Statale 268 dei Paesi Vesuviani. Il raddoppio da due a quattro corsie dal chilometro 0 al 19 e mezzo doveva infatti essere completato, secondo gli accordi iniziali, addirittura al 30 marzo del 2010. Insomma, tra un mese e mezzo il ritardo arriverà a compiere 8 anni.

Di quei due lotti – uno dal 0,600 chilometro fino al chilometro 11,600 e l’altro dal chilometro 11,600 al 19 e mezzo – nessuno è stato tuttora completato. E l’importo delle opere già allora faceva segnare una cifra blu pari a 115.260.124,81 euro con l’inevitabile lievitazione dei costi dovuti ai ritardi. L’Anas fa inoltre sapere che le opere sono state affidate alla D’Agostino Angelo Antonio Costruzioni Generali srl.