Estorsioni e droga e poi proprio con i soldi del racket acquistavano gli stupefacenti per la piazza di spaccio. Queste sono le accuse a carico di 23 imputati dell’area Agro-Sarnese che sono stati rinviti a giudizio scegliendo il rito abbreviato. Tra loro c’è una 35enne di Striano, Giovanna Spista. I capi d’imputazione sono a vario titolo per casi di roghi dolosi, pestaggio, esplosione di colpi da arma da fuoco e minacce.

ECCO TUTTI I NOMI: Sotto processo sono finiti Pietro Attanasio 37 anni di Nocera Inferiore; Angela Bonazzola 26 anni Di Mercato San Severino; Gianluca Bonazzola 30 anni di Mercato San Severino; Luigi Bove 34 anni di Roccapiemonte; Gianbattista Coppola 33 anni di Mercato San Severino; Luigi Coppola; Silvio Cuofano 40 anni di Castel San Giorgio; Antonio Desiderio 46 anni di Pagani; Pietro Desiderio 38 anni di Pagani ma residente a Mercato San Severino; Sisto Ferrara 28 anni di Roccapiemonte; Alessandro Iannone; Nicola Liguori 25 anni di Pagani; Francesco Mandile 44 anni di Mercato San Severino; Giuseppe Manuel Picarella; Luigi Romano; Alessio Ruggiero 32 anni di Roccapiemonte; Rosario Scifo 41 anni di Mercato San Severino; Vincenzo Senatore; Giovanna Spista 35 anni di Striano; Salvatore Torino 30 anni di Roccapiemonte; Biagio Villani 25 anni di Roccapiemonte; Michele Villani 29 anni di Roccapiemonte.