Condanne anche in appello per i 12 pusher del Piano Napoli presi a maggio del 2016, quando i carabinieri della stazione di Boscoreale chiuse l’ennesimo sistema di spaccio aperto “h24” nel rione della cittadina vesuviana. A gestire l’attività, secondo le forze dell’ordine ed i giudici, era il clan Padovani. A riportare le condanne è il quotidiano Roma.

La condanna più pesante era arrivata per Daniel Terracciano (4 anni e 8 mesi). Poi 4 anni e 4 mesi per Sebastiano Panariello. Stessa pena comminata dal giudice a Giuseppe Ilardo. Per Umberto Padovani, invece, pena di 20 mesi; un anno e due mesi per Giovanni Padovani; otto mesi a Salvatore Esposito. Condannato anche quattro minorenni.