Si trovava agli arresti domiciliari perché considerato uno degli autori del brutale pestaggio di Gaetano M., il 22enne ercolanese, che era stato aggredito e selvaggiamente picchiato la notte del 29 novembre scorso a Pompei, nei pressi della stazione della Circumvesuvina Villa dei Misteri, a Pompei. Ma ieri per il 31enne senza fissa dimora Luciano Formisano si sono aperte le porte del carcere di Poggioreale in seguito ad un nuovo arresto, perché identificato dai carabinieri della stazione di Sorrento come l’uomo che avrebbe scippato uno smartphone a una studentessa minorenne.

In base alla ricostruzione effettuata dagli investigatori, Formisano avrebbe sottratto un telefono cellulare di ultima generazione ad una ragazzina di Piano di Sorrento, il 23 novembre a bordo di un convoglio della Circum. Per questo, ieri i militari dell’Arma hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Torre Annunziata a carico di Formisano, che ovviamente resta innocente fino a sentenza definitiva. L’uomo. sempre in base all’ipotesi accusatoria, avrebbe strappato dalle mani della studentessa il telefonino per poi darsi alla fuga a piedi all’apertura delle porte della Circum.