«Monsignor Antonio Riboldi ci ha insegnato che la cultura della legalità va alimentata con i fatti, le azioni, i gesti. Fu tra gli organizzatori della marcia anticamorra ad Ottaviano, in uno dei momenti più tremendi per la nostra città riuscì a portare un segno di speranza e riscatto. Tutto il percorso verso la legalità e il rispetto delle regole che si è sviluppato nel corso degli anni, non solo ad Ottaviano ma in tutto il territorio vesuviano, è partito da quella marcia e da quell’uomo coraggioso». Così il primo cittadino di Ottaviano Luca Capasso commemora monsignor Antonio Riboldi, vescovo emerito di Acerra. Capasso annuncia: «Il Comune di Ottaviano sarà presente con il gonfalone ed una rappresentanza ai funerali di don Riboldi».