Controverso, vulcanico, volgare, sagace, carismatico. Questi e tanti altri aggettivi gravitano attorno alla figura di Luigi Ciaravola, in arte Gigione, protagonista del documentario “Essere Gigione”, scritto e diretto dal trentenne regista beneventano Valerio Vestoso, nelle sale con un tour nazionale a gennaio 2018.

L’opera racconta stralci di umanità pubblica e privata del re assoluto delle feste di piazza di provincia, esponente del cosiddetto trash canoro (canzoni a doppio senso, “La campagnola” in primis) consacrato tra gli altri da Maurizio Costanzo. Prodotto da Camillo Esposito per Capetown Film srl, con il contributo del Mibact, il film documentario ha suscitato grande attesa tra i fans in questi mesi di lavorazione.