Vere e proprie bombe carta travestite da botti per festeggiare il Capodanno. Il ritrovamento è stato importante e decisivo e ad opera della Guardia di Finanza che ha rinvenuto ben 900 “Bombe di Kim”, il botto dell’anno ispirato al leader nordcoreano, in un casolare diroccato al confine tra Ottaviano e Piazzolla di Nola.

I venditori credevano di farla franca utilizzando questo luogo impervio, magari spiegato esclusivamente ai clienti più affezionati. Invece le Fiamme Gialle sono riuscite a rintracciare il casolare, portando via i 900 botti dal peso complessivo di quasi una tonnellata e da un valore di almeno 20mila euro. Intanto si indaga in zona per trovare il luogo dove la “Bomba di Kim” viene prodotta.