Veleni e liquami, “Centrodestra Poggiomarino” denuncia i proprietari delle vasche per disastro ambientale

1999

Una lettera ed una denuncia alle procure di Nola e Castellamare di Stabia. È l’azione intrapresa dall’associazione Centrodestra Poggiomarino, che mostra i denti in merito alla piaga dei veleni e dei liquami che invadono quasi l’intero territorio cittadino ad ogni pioggia. Ad illustrare i contenuti dell’azione sono stati il presidente del movimento politico, Raffaele Gragnaniello, ed il leader dell’opposizione in consiglio comunale, Maurizio Falanga.



Una conferenza stampa dai toni pacati ma che ha ribadito la terribile realtà delle vasche di Pianillo e Fornillo. Un mese fa circa è stata inviata una lettera al presidente della Campania, Vincenzo De Luca, e per conoscenza anche al prefetto di Napoli. Al governatore viene ricordato l’impegno preso in campagna elettorale per le Comunali, quando promise le fogne e la risoluzione del problema alla popolazione: «Sono passati un anno e diversi mesi, ma non è stato fatto nulla e noi siamo ancora nella m…», c’è scritto nel testo.

Gragnaniello e Falanga fanno inoltre presente: «Crediamo sia grave che a denunciare questa situazione alla Procura debbano essere i cittadini. L’attuale Amministrazione, a cavallo tra la vecchia e nuova gestione, si era impegnata ad avviare azioni legali che tuttavia non si sono concretizzate». E ancora: «Abbiamo la sensazione che il tema non sia una priorità da parte del sindaco e della sua Giunta». Nei prossimi giorni l’associazione Centrodestra Poggiomarino verificherà se il caso sia già stato preso in carico dai pm di una delle due procure. A fare paura è soprattutto il disastro ambiente: che nelle vasche ci siano scarichi abusivi è ormai fatto noto.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE