“Spaccata” in un negozio di San Giuseppe: arrestati 3 ladri di Ottaviano ECCO TUTTI NOMI

8951

Armati di una sbarra in ferro, opportunamente modificata all’estremità, tanto da utilizzarla per far leva, tre individui erano intenti a forzare la serranda di un’attività commerciale a San Giuseppe Vesuviano. Il loro piano, però, è stato vanificato dagli agenti del commissariato di San Giuseppe Vesuviano che, nell’ambito dei servizi di prevenzione e controllo del territorio, hanno sorpreso in flagrante Francesco Boccia, di 31 anni, Severino Ogliaro, di 40 anni e Giuseppe Franzese, di 42 anni, tutti pregiudicati residenti nel Comune di Ottaviano.



I poliziotti, infatti, nel transitare in Via Pappalardo, hanno notato un furgone del tipo Fiat Ducato, parcheggiato in strada con un individuo posto alla guida, mentre altre due persone armeggiavano alla serranda di un negozio. Alla vista della Polizia, i due che impugnavano un’asta in ferro, sono saliti a bordo del furgone, nel vano tentativo di dileguarsi. Prontamente, i poliziotti hanno inseguito e bloccato il veicolo, precludendogli ogni possibilità di fuga.

Ritornati sul luogo dove i tre erano stati notati, i poliziotti hanno constatato che la serranda dell’esercizio commerciale era stata forzata, tanto da esser stata sollevata, da un lato, di almeno 10 centimetri. I tre sono stati arrestati, perché responsabili, in concorso tra loro, del reato di tentato furto aggravato e sottoposti alla misura degli arresti domiciliari, in attesa d’esser processati, nella giornata di domani, con rito per direttissima.

Il furgone sul quale viaggiavano è stato sequestrato e Ogliaro, oltre ad essere denunciato per guida senza patente, è stato contravvenzionato per mancata copertura assicurativa Rca. All’interno del furgone, rinvenuta e sequestrata la sbarra in ferro, delle dimensioni di circa un metro e mezzo. Rintracciato solo in mattinata il proprietario dell’esercizio commerciale, a cui è stato affidato.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE