San Vitaliano, i 76 lavoratori del Salumificio Spiezia occupano la fabbrica: licenziamento alle porte


2272

«Piena solidarietà ai lavoratori dello storico salumificio Spiezia, azienda ora in crisi, che in questi giorni stanno occupando il piazzale della fabbrica napoletana, come atto estremo a difesa del proprio posto di lavoro, in attesa e nella speranza che l’imprenditore, che sembrerebbe interessato a rilevare il marchio, si decida a farlo al più presto, salvando così tutti dall’azione dei commissari liquidatori». Lo ha detto il senatore di Sinistra Italiana Giovanni Barozzino, commentando la notizia del licenziamento dei 76 lavoratori del salumificio Spezia di San Vitaliano, in provincia di Napoli, chiuso sei mesi fa per mancanza di liquidità.



«C’è disperazione in fabbrica ha proseguito Barozzino – perché il periodo della cassa integrazione è finito e per gli operai si è aperta la strada dei Naspi, cioè l’indennità mensile di disoccupazione, che sarà percepita per due anni. Non possiamo accettare che i lavoratori siano lasciati soli a combattere. Da parte nostra ci attiveremo affinché il Governo faccia la sua parte agevolando le trattative in corso, affinché questa storica azienda venga messa nelle condizioni di continuare a produrre».

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE