Sequestrati 2000 litri di liquori rubati in un’azienda della provincia di Avellino fallita alcuni anni fa e finita al centro di un’inchiesta della magistratura piemontese per contrabbando. Gli uomini della squadra di polizia giudiziaria della Polstrada di Napoli, con il supporto di un agente fuori servizio della polizia giudiziaria della Procura di Nocera, sono riusciti a bloccare a Sarno un furgone con a bordo due pregiudicati.

Gli uomini stavano scaricando in una villetta deposito due cisterne da 1000 litri di liquore e migliaia di tappi da imbottigliamento con relative attrezzature. Il liquore proveniva dalla ditta Verlight di Torre Nocelle finita, anni addietro, in una inchiesta per contrabbando di liquori. I due – N.G., 35 anni di San Giuseppe Vesuviano e F.A., 40 anni di Angri – sono stati identificati e denunciati per ricettazione e furto. Il 35enne era stato arrestato il 25 aprile scorso nell’ambito dell’operazione Big boat per un’ordinanza emessa dal gip Scermino, su richiesta del pm Cacciapuoti, ma i giudici del tribunale del Riesame avevano annullato la misura cautelare e l’uomo era ritornato libero.

Gli agenti della Polstrada, di concerto con l’autorità giudiziaria della Procura di Nocera Inferiore, hanno sequestrato il veicolo e la merce. Proseguono le indagini per verificare come la merce sia stata trafugata e a quale mercato era destinata.