Una serie di colpi, rapine armate tra cui quella particolarmente “rumorosa” alla biglietteria degli Scavi di Pompei. Azioni compiute in tutta la Campania ed anche oltre e che portarono a ben 19 arresti. Al momento il Riesame ha scarcerato tre del gruppone, tra cui i due vesuviani Giovanni Dimitri di Somma Vesuviana e Giovanni Visone di Volla.

Il terzo a tornare in libertà è uno dei pugliesi del gruppo, Maurizio Correra di Foggia. La banda si era resa protagonista di numerosi assalti, particolarmente ai furgoni portavalori attaccati con armi da guerra come i kalashnikov. Le accuse sono a vario titolo di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di rapine a furgoni portavalori e a istituti di bancari, detenzione di armi e ricettazione.