Baby gang scatenate a Pompei dove, sabato sera, poco dopo le ore 21,30, nei pressi della stazione della Circumvesuviana, un gruppo di teppisti ha pestato a sangue un ragazzo di 22 anni, di Ercolano. La notizia si è diffusa a seguito del post che la cugina della vittima ha pubblicato su un social network, insieme alla foto del volto tumefatto del giovane, che è ricoverato in ospedale e dovrà subire un intervento al volto per la frattura di uno zigomo. Le indagini sono dei carabinieri di Pompei che hanno identificato due dei quattro violenti, di cui uno è maggiorenne, di Torre Annunziata, e un altro è di Trecase. Entrambi sono stati denunciati per aggressione e lesioni.

Intanto, il sindaco di Pompei, Pietro Amitrano, ha diffuso un comunicato in cui afferma che lunedì ha convocato al Comune un tavolo con polizia, carabinieri e vigili urbani per creare un piano interforze contro il bullismo, per rispondere alle tante richieste delle mamme di Pompei, allarmate da altri episodi di violenza che si sarebbero verificati tra i giovani della città degli Scavi. «Faremo di tutto per agire tempestivamente e bloccare un fenomeno che sta diventando preoccupante», ha scritto Amitrano nella sua nota stampa.