Aumentano i controlli fiscali e per la sicurezza, dopo quanto accertato a Terzigno con ben mille cinesi fantasma, nominativi di persone mai esistite e che quindi vivevano sul territorio producendo spesso in opifici ma senza avere alcun documento. Molti Comuni stanno provando a correre ai ripari, tra cui la stessa Poggiomarino.

Qui la polizia municipale ha scovato 21 persone tra romeni, ucraini e marocchini che invece esistono soltanto su carta, che hanno una residenza senza però essere mai stati trovati dagli agenti durante i controlli per accertare la propria presenza. Una situazione poco chiara e su cui continuano i controlli e gli approfondimenti.