Pd alle urne, il caso di San Gennaro Vesuviano: soltanto 3 persone al voto


1714

«La conclusione con una scarsissima affluenza di due giornate di voto è la rappresentazione della debolezza organizzativa e politica del Pd napoletano. Se forzi la mano nel congresso, come ha fatto una parte del partito, o dimostri che porti a votare quel 70% che hai raccontato a Roma oppure non si capisce cosa stai facendo». Lo afferma Antonio Marciano consigliere regionale del Pd in Campania e sostenitore di Nicola Oddati al congresso provinciale di Napoli che si è concluso oggi con il voto negli ultimi 28 circoli rimasti. Dai dati che arrivano dai rappresentanti di Seggio dei sostenitori di Oddati, infatti, l’affluenza è stata piuttosto bassa in molti seggi.



A Napoli avrebbero votato 17 iscritti su 350 a Soccavo, 5 su 157 all’Arenella, 15 su 112 all’Avvocata, 3 su 342 a San Giovanni a Teduccio e 34 su 314 al Vomero, secondo i dati forniti dallo staff degli ex Ds. «Perfino nel seggio del Vomero, il quartiere di Massimo Costa, sono andati in pochissimi a votare», affermò Oddati facendo riferimento al candidato della maggioranza del partito. Tra gli altri seggi con bassa affluenza spiccano, riportano dallentourage di Oddati, Castellammare con 85 votanti su 1.022 iscritti, Sant’Antonio Abate 0 su 50, San Gennaro Vesuviano 3 su 90, Carbonara di Nola 0 su 62, Pozzuoli 100 su 833.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE