Nola, 27 coltellate al rivale in amore: resta in carcere 38enne di Saviano


4311

Resta in carcere G.N., 38enne di Saviano che sferrò 27 coltellate al rivale in amore, un giovane ucraino, che riuscì a salvarsi nonostante i tantissimi fendenti ed il fatto che venne lasciato in strada senza soccorsi. Per l’uomo il Riesame ha respinto la richiesta di scarcerazione.



Sull’aggressione del giovane ucraino di 26 anni avvenuta a luglio del 2016 a Nola, venne fatta luce ad aprile. Uno degli aggressori voleva intrecciare una relazione con la moglie della vittima. E per questo tra i due ci sarebbero state delle liti. La vittima, come hanno accertato hanno accertato i carabinieri della locale compagnia, coordinati dal pm Cristina Amoroso e dal procuratore reggente Stefania Castaldo, fu condotta a luglio scorso in una stradina di campagna e ferita con 27 coltellate.

Il 26enne ucraino fu lasciato agonizzante a terra. Per quella aggressione i carabinieri, in esecuzione di un ordinanza emessa dal gip Giuseppe Sepe su richiesta della locale Procura, arrestarono due uomini di 38 e 40 anni, residenti a Saviano e Poggiomarino.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE