Camorra a Somma, Fiore D’Avino replica: «Non è vero che sto per tornare in città»


15260

Dall’avvocato Antonio Bucci, rappresentante legale di Fiore D’Avino, riceviamo e volentieri pubblichiamo.



Rettifica della notizia divulgata intitolata ” ALLARME CAMORRA DA SOMMA VESUVIANA “L’EX BOSS PENTITO TORNA IN CITTA'”

In nome e per conto del SIG. FIORE D’AVINO indicato quale “ex boss pentito”. Vi invito e diffido a rettificare quanto asserito sull’editoriale del 28/10/2017 ed in particolare all’articolo intitolato “ALLARME CAMORRA DA SOMMA VESUVIANA “L’EX BOSS PENTITO TORNA IN CITTA'”

In particolare si chiede che venga consentito al mio assistito il diritto di replica e rettifica rispetto alle dichiarazioni e alle insinuazioni riportate nell’articolo in questione, poiché lesive e diffamanti e alla rettifica delle stesse ex art. 8 legge stampa n. 47/1948 e artt. 42, 43 legge 416/1981.

In particolare, il mio assistito in smentita dichiara: «La notizia è priva di qualsiasi fondamento, i riferimenti in essa contenuti sono diretti alla mia persona, non vi sono fonti attendibili in ordine al mio ritorno in Somma Vesuviana, io non ho mai fatto dichiarazioni in tal senso».

Precisazione della redazione: la notizia del presunto ritorno a Somma Vesuviana di Fiore D’Avino si riferisce ad un comunicato stampa dell’associazione per la legalità ed in particolare del testimone di giustizia sommese, Gennaro Cliberto, che tuttavia non aveva fatto alcun nome in merito alla vicenda.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE