Un’edizione dedicata a Nunzio Ammendola, rimasto ucciso nei mesi scorsi in un incidente stradale. È stato l’omaggio degli amici organizzatore della manifestazione di ieri in città, dove come ogni anno si è ripetuto il rito della pigiatura classica dell’uva.

«Nunzio era un nostro grande amico e sostenitore delle tradizioni locali – hanno spiegato i promotori dell’iniziativa – era doveroso avere un ricordo di chi ci ha lasciato prematuramente». Una manifestazione che come di consueto ha avuto grande successo, grazie all’angelo che osserva dal cielo.