Una bella e importante iniziativa quella che si è svolta stamane in piazza IV Novembre a Striano. Si tratta di un progetto medico-sanitario promosso dall’Asl Napoli 3 Sud in collaborazione con la rete dei medici di famiglia, volto a realizzare uno screening per la prevenzione del tumore del colon retto. I medici di base di Striano – Francesco Trippa, Giovanni Sorvillo, Michele Ammendola, Salvatore Sorvillo, Gennaro Franzese e Giovanni Iervolino – hanno sensibilizzato in poche ore oltre 150 cittadini di età compresa tra i 50 e i 74 ai quali è stato consegnato un kit, con una brochure informativa e una provetta, per eseguire a casa propria un test del tutto gratuito.

L’esame mira ad individuare la presenza di sangue occulto nelle feci attraverso la raccolta di piccoli campioni biologici. «Siamo scesi in piazza per incontrare i soggetti interessati dallo screening e parlare di una patologia oncologica tra le prime cause di morte tra gli over 55» spiega il medico Giovanni Sorvillo. «Si tratta di un’iniziativa di prevenzione per la lotta al tumore del colon retto che è partita già da un po’ di tempo – prosegue il collega Francesco Trippa – e che continuerà nei prossimi mesi anche presso i nostri studi medici. Il tempo è il primo e importante fattore per individuare e sconfiggere tale forma di cancro. Basta un piccolo e rapido test per far tutto ciò», conclude Trippa.

La rete dei medici di Striano promuoverà nei prossimi mesi altre giornate di prevenzione riguardanti altre patologie oncologiche come i tumori della prostata, del seno, dell’utero e della pelle. Perché la lotta al cancro comincia dall’incontro pubblico, dal confronto aperto, dal dialogo tra medico e assistito e dal tempo. Che con la prevenzione – per fortuna – non si perde inutilmente.