Luigi Giannini, un 44enne del luogo già noto alle forze dell’ordine, aveva nel giubbotto un etto di cocaina pura mentre a Castello di Cisterna camminava in pubblica via ed è stato notato dai carabinieri dell’aliquota operativa della locale compagnia. Si è reso conto del controllo imminente ed è salito sull’auto di un conoscente che stava passando di là fingendo di prendere un passaggio.

I militari li hanno immediatamente inseguiti e Giannini ha tentato il tutto per tutto, lanciando il “sottovuoto” dal finestrino. Vano ogni tentativo di farla franca, è stato arrestato e dovrà rispondere di detenzione di stupefacente a fini di spaccio. È ai domiciliari, dopo le formalità di rito.