I carabinieri di San Giuseppe Vesuviano e del Gruppo tutela lavoro dell’Arma hanno scoperto abusi edilizi in uno stabile realizzato nella zona definita rossa per rischio vulcanico. Nell’edificio è in fase di allestimento un bar-rosticceria. A seguito dei controlli, svolti in collaborazione con il personale dell’Asl Napoli 3 Sud e dell’Ufficio tecnico del Comune, un 45enne del luogo è stato denunciato per violazione in materia di edilizia, di igiene e sicurezza sui luoghi di lavoro, nonché per impiego di lavoratori in nero.

Secondo la ricostruzione degli investigatori l’imprenditore aveva commissionato una piscina di circa 80 metri quadrati priva di autorizzazione e altri lavori su un fabbricato preesistente in difformità rispetto alla Cila – Comunicazione di inizio lavori asseverata. I carabinieri hanno riscontrato violazioni penali anche in materia di sicurezza sul lavoro: ponteggi non a norma, medico per lavoratori mai nominato, lavoratori mai sottoposti a visita, né informati sui rischi che corrono sul luogo di lavoro. Sei di loro erano in nero. L’attività imprenditoriale è stata sospesa e sono stati posti i sigilli al cantiere.