Secondo i familiari è stata un’iniezione ad aver fatto perdere la vita alla loro cara. Naturalmente sono tesi da confermare, innanzitutto con l’autopsia. Intanto ci sono cinque tra medici ed infermieri indagati per la morte di Maria Battaglia, 79 anni, che era stata portata in ospedale a Castellammare di Stabia per una colica addominale. La donna di Pompei è morta dopo 13 ore in barella.

«Non ci vedo più», avrebbe detto l’anziana ai familiari poco prima di morire in maniera tuttora oscura. A spiegare le cause del decesso sarà naturalmente l’esame autoptico. Molto si “gioca” proprio su quelle 13 ore in ospedale, dove secondo i familiari non è stato fatto molto per Maria, mentre dall’ospedale fanno sapere di avere effettuato ogni tipo di esame.