Estorsione all’imprenditore delle sale slot, condannati i quattro uomini dello “Sciamarro”


1523

Condanna in primo grado per il gruppo di estorsori che fanno capo allo “Sciamarro” Luigi Esposito, accusati di estorsione ai danni dell’imprenditore delle sale slot, Pasquale Ciappa, titolare di diversi punti di gioco nell’area tra il Nolano ed il Vesuviano. In totale, ai quattro imputati sono state comminate pene totali per oltre sedici anni di carcere.



A Luigi Esposito, lo “Sciammarro”, appunto, e considerato il leader del gruppo “Capasso-Castaldo”, la pena inflitta è di quattro anni e sei mesi; il nipote Pasquale Esposito, detto “O Sciamarretto” dovrà scontare quattro anni. Condannati anche i fratelli Giovanni Castaldo, detto “’o luong” a cinque anni e quattro mesi; e Rosario Castaldo a 2 anni e 8 mesi.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE