Se dovesse scoppiare il Vesuvio? Nocera non vuole sfollati nella sua stazione ferroviaria


1105

No agli sfollati dell’area vesuviana a Nocera Inferiore, no a decine di migliaia di persone proveniente dalle zona a rischio da “imbarcare” sui treni in direzione Puglia, Basilicata a Calabria. L’amministrazione comunale della cittadina salernitana protesta contro il piano di evacuazione del Vesuvio, che vedrebbe i cittadini dell’area torrese e boschese affollare lo scalo cittadino.



«L’alternativa è spostare il punto di raccolta di poche centinaia di metri nell’area del Consorzio di bonifica. Qui c’è molto più spazio sia per le persone che per i mezzi. L’area è facilmente raggiungibile dagli svincoli autostradali compreso la strada statale 268 che, secondo i progettisti, dovrebbe rappresentare una delle vie di fuga principali delle città vesuviane anche se, probabilmente, a causa delle caratteristiche strutturali, una sola corsia ed in alcuni senza quella di emergenza, è poco probabile che possa realmente realizzare questa esigenza», si legge nei documenti diffusi a Nocera.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE