Basta “acque velenose”: domani marcia di protesta in tutto il territorio dell’agrovesuviano


953

Un urlo forte di protesta è quello che si leverà domani mattina nei 23 comuni del bacino del fiume Sarno, in cui si terrà una marcia congiunta per dire “basta” alle acque inquinate nel Fiume Sarno. Un atavico problema generato da scarichi illegali industriali e dalla mancata fognazione e depurazione dei reflui civili dei comuni del bacino. Acque ricche di metalli pesanti (tra i quali nichel, mercurio, cromo, arsenico) e batteri pericolosi (in primis escerichia coli) che affluiscono nel Sarno e che in caso di pioggia solitamente si riversano tra le strade dei centri cittadini e nelle campagne.



Da qui la richiesta alla Regione Campania di provvedere urgentemente alla realizzazione di tutte le opere necessarie al disinquinamento. In primis la realizzazione di quel sistema fognario di tutto il Bacino, che da anni procede a passo lento. Per l’occasione si è costituita la Rete a difesa del Sarno, un ampio gruppo di lavoro composto da associazioni e comitati di tutti i comuni coinvolti.

«Il popolo è esausto – recriminano dalla Rete – I nostri territorio sono devastati dagli effetti della mancanza di fognature e depurazione. Il Fiume Sarno, i suoi affluenti (su tutti Solofrana e Cavaiola), i canali e gli invasi idrici (tra cui le tristemente note vasche Pianillo e Fornillo) del territorio sono in condizioni abominevoli. I pericoli per la salute sono sotto gli occhi di tutti. I dati sulle patologie nei nostri territori sono molto allarmanti. Le centinaia di milioni di euro spesi (oltre 700) sono stati finora inutili. Ai nostri figli non possiamo continuare a raccontare che è tutto normale, che è così da anni e così dovrà restare per sempre. Faremo pervenire una raccolta di firme delle popolazioni e chiederemo a gran voce a Regione e organi nazionali, che è finito il tempo delle prese in giro e dei rinvii. É giunta l’ora delle risposte, dei fatti». L’appuntamento è per le ore di 10.30 nei luoghi di interesse indicati per i singoli comuni.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE