Agguato davanti al carcere, ferito detenuto che lavora in un’azienda di Boscoreale

1554

Oltre a Raffaele Russo, il detenuto in regime di semilibertà ancora in gravi condizioni all’ospedale San Giovanni Bosco, questa mattina un altro ospite del carcere di Napoli di Secondigliano è stato ferito. Un detenuto 42enne, anch’egli in regime di semilibertà, con precedenti per reati contro il patrimonio, si è presentato all’ospedale di Boscotrecase e si è fatto medicare per una bruciatura da proiettile all’anca per la quale i sanitari hanno formulato una prognosi di 7 giorni.



L’uomo, che lavora a Boscoreale in una azienda di arredamento, ha riferito di aver avvertito un forte bruciore all’uscita dal penitenziario, ma di essere comunque salito in auto e di aver guidato fino all’ospedale. Secondo quanto si è appreso, gli investigatori ritengono che il 42enne sia stato colpito da una pallottola vagante, e che l’obiettivo dei sicari era Russo.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE