Restano gravi ma stabili le condizioni di Raffaele, il 20enne di Sant’Anastasia investito l’altra sera in via Primicerio mentre attraversava la strada insieme ad un amico per tornare a casa. Il giovane ha un versamento cerebrale ed i medici del Loreto Mare stanno monitorando la situazione per capire se l’ematoma può assorbirsi in maniera autonoma.

Intanto Sant’Anastasia è in rivolta contro l’uomo che ha investito il giovane, il 36enne Salvatore Giordano, che dopo l’incidente era fuggito via senza soccorrere il ferito. Giordano, che non ha mai conseguito la patente di guida, era stato rintracciato poco dopo dai carabinieri. Secondo i cittadini «i domiciliari non sono sufficienti. Quell’uomo deve stare in carcere».