«Era un bravo ragazzo, un lavoratore Si svegliava di notte per aiutare i genitori al lavoro». Sono in tanti a Terzigno a provare dolore per il decesso del 21enne Salvatore Autorino, deceduto nel primo pomeriggio sull’A16 quando il furgone della sua famiglia si è scontrato con un tir carico di pomodori. Ancora da accertare l’esatta dinamica del sinistro.

Salvatore aveva da poco compiuto 21 anni, era diplomato all’istituto alberghiero di Ottaviano e da allora aiutava i genitori nei mercati, così come stamattina quando i tre si erano recati nel Beneventano ed erano di ritorno a Terzigno. Anche i genitori di Salvatore sono rimasti feriti, ma le loro condizioni non sarebbero gravi.