Strisce blu a Pollena, ecco dove si paga per parcheggiare: la ditta assumerà 4 giovani del posto


646

È partito da qualche giorno il servizio di sosta a pagamento sul territorio comunale. Annunciate nei mesi scorsi, le strisce blu sono state attivate in via sperimentale fino alle fine dell’anno. Un periodo di circa tre mesi che servirà a capire la risposta del territorio alla novità introdotta in alcune aree del paese, quelle nelle quali sono risultate maggiormente evidenti una serie di criticità legate alla sosta.



«Abbiamo recepito le numerose istanze provenienti dal territorio, in particolar modo dai commercianti di determinate zone dove la sosta senza alcuna regolamentazione causava, oltre che disagi alla circolazione veicolare e problemi di sicurezza per i pedoni, anche danni alle attività commerciali, impedendo di parcheggiare agevolmente nei loro pressi», ha spiegato il sindaco di Pollena Trocchia, Francesco Pinto, la cui Amministrazione per ovviare alle criticità più volte segnalate ha introdotto il dispositivo di sosta a pagamento con l’obiettivo di regolarizzarla.

La tariffa applicata sarà di 0,50 centesimi di euro per ogni ora di sosta, con versamento minimo di 0,20 centesimi. Il pagamento potrà essere effettuato anche attraverso il sistema Easy Park. Gli stalli a pagamento sono stati installati in via Mazzini e in via Garibaldi, nelle zone più problematiche di via San Gennariello, nel primo tratto di via Apicella, in parte di via Massa, in Piazza Amodio, nel tratto finale di via Dante Alighieri, in Piazza Donizetti e in via Esperanto. Successivamente le strisce blu saranno installate anche in alcuni punti critici di viale Italia e di via Vasca Cozzolino, in parte di via Caracciolo e di via Cavour.

Gli stalli a pagamento saranno attivi tutti i giorni feriali dalle ore 9:00 alle ore 13:00 e dalle ore 16:00 alle ore 20:00 ad accezione di via Esperanto, nella quale il dispositivo sarà attivato solo il venerdì dalle ore 8:00 alle ore 14:00. «Il servizio ha natura sperimentale fino al 31 dicembre. Pertanto, già dalle prossime settimane provvederemo a fare un primo bilancio dell’iniziativa con tutte le parti interessate, ragionando con i commercianti e i residenti, per capire se il dispositivo sta funzionando, se c’è necessità di apportare correttivi», ha proseguito il primo cittadino, che ha anche espresso soddisfazione perché con l’introduzione della sosta a pagamento si creeranno opportunità di lavoro sul territorio.

La TMP, la società che ha in concessione la gestione del servizio, ha infatti promosso la ricerca tra i residenti di Pollena Trocchia di 4 operatori da destinare all’incarico di ausiliario del traffico. «Tra le candidature arrivate la TMP ha scelto di procedere a colloqui conoscitivi e poi con un sorteggio pubblico per individuare gli operatori, una scelta all’insegna della trasparenza che non possiamo non apprezzare» ha concluso Pinto.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE