Striano, Del Giudice contro il sindaco: «Lettera a De Luca inutile, così vuole discolparsi degli allagamenti»


928

Si è tirato – per ora – fuori dall’agone politico qualche anno fa, dimettendosi dal ruolo di consigliere di minoranza e di capogruppo di “Striano Cambia”. «Il mio errore politico più grande e lo ammetto» afferma Antonio Del Giudice, ex primo cittadino strianese per un decennio. Ma in attesa di tornare presto in campo, Del Giudice coglie l’occasione per manifestare – da cittadino in primis – il suo dissenso verso l’attuale amministrazione comunale.



«Ho avuto modo di leggere il vostro articolo riguardo la lettera indirizzata dal sindaco Rendina al governatore Vincenzo De Luca che denuncia, per l’ennesima volta, l’arcinota problematica degli allagamenti sul nostro territorio in occasione delle piogge» dichiara Del Giudice. «Peccato che siano soltanto chiacchiere per discolparsi nei confronti della cittadinanza e per guadagnare del tempo», prosegue. «Il sindaco Rendina ha strappato un impegno nei confronti del sodale De Luca, impegno che lo stesso governatore campano non sta rispettando e che non manterrà», tuona Del Giudice.

Gli viene ricordato che anche lui a suo tempo era stato chiamato in causa sulla problematica. «Si è vero, facemmo anche dei presidi h24 mettendo dei sacchi di sabbia lungo via Poggiomarino, l’arteria stradale più colpita dagli allagamenti» ricorda Del Giudice. «Si trattò di un’azione più che altro dimostrativa per far pressione su Provincia e Regione» (all’epoca dei fatti guidata da Caldoro, giunta di centrodestra ndr). «So bene che ci sono ostacoli e avvicendamenti di natura tecnica, ma quelli politici ora sono venuti meno. Il sindaco Rendina e i colleghi degli altri comuni impattati dal problema sono “vicini” al governatore De Luca, e allora perché non si interviene concretamente?» si chiede Del Giudice.

Dragaggi, riapertura del Canale Conte, bonifica delle vasche Fornillo e Pianillo, in effetti tutto è fermo. «Tra poco più di un anno scade il mandato della giunta Rendina e non ci sarà il tempo per risolvere la questione degli allagamenti» chiosa sarcasticamente Del Giudice. «Ma non è giusto che il nostro attuale sindaco si prenda gioco degli strianesi con una letterina inutile, di vane aspettative, che lascia il tempo che trova. E per la quale mi sorge il dubbio, sia giunta realmente al destinatario…» sentenzia l’ex primo cittadino.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE