Spese pazze, 19 tra consiglieri ed ex condannati a risarcire la Regione, c’è la sommese Paola Raia ECCO NOMI E CIFRE


2948

Nella lista della spesa presentata c’era proprio di tutto. Caffè, ristoranti ma anche e soprattutto scontrini del bar e di pasticcerie. Il danno erariale contestato al Pdl è di 297mila euro dei quali 73mila sono a carico del capogruppo Fulvio Martusciello, la cui inchiesta penale è stata archiviata. Ma ci sono proprio tutti: Mafalda Amente che rimborserà 6mila euro, Giovanni Baldi (15mila euro), Luca Colasanto (700 euro), Bianca Maria D’Angelo (11mila euro), Domenico De Siano (19mila euro), Pietro Diodato (900 euro), Massimo Ianniciello (26mila euro), Eva Longo (500 euro), Francesco Vincenzo Nappi (24mila euro), Gennaro Nocera (6mila euro), Daniela Nugnes (30mila euro), Angelo Polverino (19mila euro), la sommese Paola Raia con la cifra più bassa (150 euro), Paolo Romano (8mila euro), Antonia Ruggiero (18mila euro), Ermanno Russo (19mila euro), Luciana Scalzi (14mila euro), Michele Schiano di Visconti (19mila euro).



L’unico ad essere stato assolto, invece, è stato Pasquale Giacobbe per il quale era stato chiesto un rimborso di 36mila euro. A queste cifre vanno sottratti centomila per le spese di collaborazioni per le quali la Corte non ha chiesto rimborsi. Dopo aver esaminato scontrini e fatture, il consulente della Procura aveva preparato un dossier per ciascun gruppo consiliare, ed alla fine quelle riportato sono state le decisioni.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE