Torna la truffa dello specchietto, stavolta a Sant’Anastasia, non lontano dal Santuario di Madonna dell’Arco. A segnalare l’ennesimo raggiro, in questo caso anche piuttosto violento, è stato un lettore. In sostanza, un anziano si è ritrovato con lo specchietto rotto, pare addirittura con un bastone. Subito si sono presentati due giovani, affermando che la vettura si è scontrata con la loro, rompendo lo specchietto. Insomma, il solito modus operandi.

L’anziano, secondo quanto raccontato, aveva compreso il tentativo di truffa, ma ha preferito desistere dal protestare perché aveva in macchina due bambini che stava accompagnando a scuola. La più piccola ha cominciato a piangere, così ha preferito pagare 50 euro chiesti dai due balordi e andare via. Naturalmente subito dopo è arrivata la denuncia ai carabinieri che stanno indagando. In zona, purtroppo, non ci sono telecamere di videosorveglianza.