Ospedale di Nola senza medici ed infermieri, i “5 Stelle”: «600mila cittadini lasciato allo sbando»


1231

«Questa mattina abbiamo depositato un’interrogazione a risposta scritta sulla carenza di personale presso la struttura ospedaliera del Santa Maria della Pietà di Nola». A parlare è Gennaro Saiello, consigliere regionale del MoVimento 5 Stelle e componente della commissione lavoro: «La salute dei nostri cittadini vale più di ogni cosa, non è possibile che un presidio ospedaliero con un bacino d’utenza che supera i 600mila abitanti debba subire tali carenze».



«È una situazione grottesca quella Campana. Con i tagli smantellano la sanità e poi chiedono la testa dei medici che sono costretti a lavorare in condizioni disastrose – attacca Saiello –  Il primo responsabile della situazione sanitaria campana è il Governatore nonché commissario in pectore, Vincenzo De Luca».

«In questa interrogazione chiediamo al Commissario alla sanità quali azioni intende porre in essere per garantire il pieno ed efficiente funzionamento dell’ospedale di Nola e se è previsto o meno un piano serio e concreto di potenziamento in termini di personale specializzato e di mezzi».

«Così come denunciato a più riprese dai rappresentanti dei lavoratori – conclude Saiello – la struttura ospedaliera ha un evidente problema di sottorganico, mancano medici e infermieri e necessita di un serio piano di potenziamento a tutela dei servizi erogati ai cittadini».

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE