«Come sindaco non posso restare indifferente davanti alla situazione che stanno vivendo i ventiquattro operai della Dema Spa». Anche Salvatore Di Sarno, primo cittadino di Somma Vesuviana, interviene sulla vertenza dell’azienda di via San Sossio, che a partire da ottobre dovrebbe vedere l’addio di ulteriori 24 lavoratori che completeranno il loro periodo di cassa integrazione guadagni.

«Martedì sindacati e delegati della giunta regionale discuteranno il loro caso al dipartimento Lavoro. L’auspicio mio, e della mia Amministrazione, è che si faccia tutto quanto è possibile per garantire un’occupazione ai ventiquattro lavoratori che vivono, tra l’altro, situazioni di particolare disagio a causa di condizioni di salute e della precarietà. L’anello debole di una catena che non può essere spezzata», ha concluso Di Sarno.