Undici pistole e munizioni nascoste nello schienale. Mario Amelio Cirillo, il 67enne di San Giuseppe Vesuviano arrestato ieri a Caianiello, secondo gli inquirenti, era all’opera per conto dei clan del territorio. Un incensurato ed insospettabile, dunque, che adesso si trova in carcere per il possesso dell’arsenale trovato nella sua auto.

Secondo gli investigatori, visto il ritrovamento a Caianiello, pensano anche ad un’alleanza tra i clan vesuviano ed i Casalesi. Nel video, intanto, si vedono le armi recuperate dallo schienale della vettura e le munizioni rinvenute di fianco.