Cantone e Orfini, Somma Vesuviana è il centro della politica italiana grazie ai Giovani Democratici


511

Il presidente dell’Anac, Raffaele Cantone, confessa che ha pensato a una possibile candidatura a sindaco di Napoli ma annuncia che alla scadenza alla sua nomina all’Autorità Anti Corruzione, nel aprile 2020, tornerà in magistratura. Rispondendo alle domande del giornalista Ottavio Ragone, alla festa dei Giovani Democratici di Somma Vesuviana, Cantone ha detto: «Se domani fosse il 28 aprile 2020 le direi quello che voglio fare, tornare a fare il magistrato».



Secondo Raffaele Cantone, la scelta della politica «non permette di tornare indietro e non si può tentare, dopo un’esperienza politica, di prendere la borsa e andare di nuovo in tribunale. Quanto alle voci di una mia candidatura a sindaco di Napoli – ha ammesso Cantone – confesso che ogni tanto ci ho pensato, anche perché sarebbe un’esperienza eccezionale e affascinante: Napoli è piena di contraddizioni ma anche di cose belle».

Ed è intervenuto a Somma anche Matteo Orfini, presidente del Pd: «Un governo di larghe intese con Forza Italia? Come faccio ad escluderlo». «Noi dobbiamo vincere le elezioni per governare da soli – ha aggiunto Orfini – ma non posso accettare che, chi ha fatto quattro anni fa il Governo con Forza Italia e oggi improvvisamente non ha possibilità di fare la lista dei ministri, consideri questa ipotesi un abominio della storia. Quattro anni fa – ha detto ancora Orfini – in direzione nazionale, solo io e Debora Serracchiani ci opponemmo al governo con Forza Italia che ci veniva prospettato da Bersani, dal presidente della Repubblica Napolitano e da altri dirigenti del partito. All’epoca ero contrario ma così rimettemmo in moto il Paese; bisogna guardare a queste ipotesi con laicità», ha concluso Orfini.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE