Svolta al processo di Appello per l’omicidio di Giuseppe D’Alessandro, meglio conosciuto come “Peppe ‘o Feroce”, avvenuto nel 2002. Dei quattro imputati, infatti, due sono stati assolti, mentre sono stati cancellati due ergastolo, portando la pena a 30 anni. SI tratta della faida di camorra acerrana e pomiglianese dei primi anni 2000.

D’Alessandro venne ucciso nelle campagne, poi il suo corpo fu caricato nel bagagliaio di un’auto e abbandonato a Sant’Anastasia non prima di avere dato le fiamme al cadavere. La pena di 30 anni è scattata per Domenico Tortora e Umberto Egizio. Assolti Salvatore Alfuso e Antonio De Luca, entrambi di Casalnuovo, per non aver commesso il fatto.