Assegni e documenti falsi per ottenere finanziamenti: 13 indagati, è terremoto-truffe a Pompei ECCO IL VIDEO

1200

Quasi la metà, e la mente, sono di Pompei. In totale sono 13 gli indagati per truffa ai danni dello Stato, scovata dalla Guardia di Finanza che ha scoperchiato il vaso rispetto ad un raggiro fatto di documenti e assegni falsi per ingannare Invitalia al fine di ottenere finanziamenti e posti di lavoro. Gli altri indagati sono di comuni limitrofi come Sant’Antonio Abate, Angri, San Marzano sul Sarno, Castel San Giorgio, e anche Battipaglia, Salerno e Napoli.

È il bilancio dell’operaizone “Ghost Cheques” delle Fiamme Gialle. Le accuse sono di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche. La truffa aggravata è stata portata ai danni della società Invitalia (agenzia per la promozione degli investimenti, partecipata al 100% dal ministero dell’Economia) per il conseguimento di erogazioni pubbliche. Su disposizione del Procuratore della Repubblica Corrado Lembo, la Guardia di Finanza di Salerno ha eseguito un decreto di sequestro preventivo emesso dal Gip per circa 700mila euro nei confronti dei 13 indagati.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE