È stato dimesso Enzo De Sanctis, l’operaio 38enne che perse la mani sotto ad un macchinario mentre lavorava in una fabbrica di Scafati. Purtroppo la ricostruzione non è riuscita a causa delle mancata vascolarizzazione. Stamattina l’operaio di Torre Annunziata è stato intervistato da Marina Cappitti per Metropolis, dove ha raccontato le sue attuali condizioni e quella terribile giornata dell’incidente.

«I medici dell’ospedale Pellegrini mi hanno garantito che faranno di tutto – ha detto Enzo – ora mi toccherà mettere le protesi, in attesa di un donatore, proceduta difficile perché in Italia non c’è una lista. Ricordo tutto di quel terribile giorno. Il macchinario si era incastrato e come sempre lo stavo sbloccando con un bastone, ma sono stati risucchiato».