Il pomeriggio del 29 luglio lungo via Marisco a Cicciano erano arrivati in sella a uno scooter coi volti parzialmente travisati da caschi e avevano affiancato una 33enne del posto che in sella alla propria bicicletta rientrava a casa. Dopo averla spinta contro un muro adiacente la strada, hanno arraffato la borsa che teneva riposta nel cestino anteriore della bici e velocemente erano fuggiti.

I carabinieri della locale stazione sono riusciti a dare un nome ai due complici grazie alla fondamentale testimonianza della vittima sulle fattezze dei malviventi e sugli abiti che indossavano. Sono stati raggiunti da un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari emessa dal gip di Nola per rapina aggravata in concorso i fratelli Raffaele e Bruno Borrelli, 34enne e 28enne, di Roccarainola e Visciano, entrambi già noti alle forze dell’ordine.