Senza l’aiuto fondamentale dei richiedenti asilo di Terzigno, quelle fiamme si sarebbero ulteriormente estese, diventando ancora più difficile da spegnere. Il plauso dei vigili del fuoco va dunque ai richiedenti asilo ospiti di Villa Angela a Terzigno che due giorni fa sono scesi in strada per attutire il rogo divampato in via Zabatta.

E non finisce qui, perché i ragazzi hanno dato una mano anche ai pompieri intervenuti sul posto e che avrebbero avuto bisogno di altre squadre di colleghi presenti altrove per soffocare le fiamme. Invece, grazie alla sinergia con i cosiddetti profughi, un’altra porzione all’ingresso del Parco Nazionale del Vesuvio non è stata distrutta.