Vesuvio, i 13 sindaci dal prefetto: ecco 600mila euro per i nuovi mezzi antincendio


1669

«Lo scopo di questo incontro era quello di creare un più forte coordinamento tra tutti gli attori istituzionali che sono chiamati in causa da eventi come gli incendi boschivi in modo da ottimizzare le risorse che di certo non sono illimitate». Lo ha detto il prefetto di Napoli, Carmela Pagano, a margine dell’incontro in prefettura con i 13 sindaci e delegati del vesuviano (Boscoreale, Boscotrecase, Ercolano, Massa di Somma, Ottaviano, Pollena Trocchia, San Giuseppe vesuviano, San Sebastiano al Vesuvio, Sant’Anastasia, Somma Vesuviana, Terzigno, Torre del Greco, Trecase), il vicepresidente della Regione Campania, Fulvio Bonavitacola, il sindaco metropolitano, Luigi de Magistris, il questore di Napoli, Antonio De Jesu, il presidente dell’Ente Parco del Vesuvio, Agostino Casillo, e i vertici delle forze dell’ordine.



Il prefetto di Napoli ha annunciato che il tavolo ha accolto la proposta del sindaco de Magistris di una riunione di coordinamento a scadenza bisettimanale. «Abbiamo pensato che questo tavolo, di estrema sintesi, si possa riunire nel momento della stagione estiva più calda ogni quindici giorni – ha detto Pagano – Dalla riunione è emersa la necessità di sviluppare un più puntuale coordinamento: quello più strettamente legato alla lotta attiva agli incendi sarà curato dalla Regione con i Comuni e la Città Metropolitana di Napoli, a sua volta, farà una riunione con i sindaci per capire le loro necessità e per poter fornire loro mezzi nell’immediato».

«L’ente metropolitano, infatti, si è impegnato a fornire da subito – ha annunciato il prefetto – dei mezzi di protezione civile ai Comuni per aumentare la loro capacità di contrasto da terra agli incendi. È opportuno – ha aggiunto – pensare ora a come rafforzare il meccanismo di controllo del territorio: ci sono attualmente pattuglie di militari impiegate nell’area vesuviana per presidiare sette itinerari che ci sono stati indicati come particolarmente sensibili dall’ente Parco, condivisi con i sindaci, e che servono a rafforzare la prevenzione».

La Città Metropolitana metterà a disposizione 600mila euro a favore dei Comuni colpiti dall’emergenza incendi e per il potenziamento dei servizi di protezione civile di tutti i Comuni dell’area metropolitana a rischio incendio. È attualmente in preparazione una delibera che andrà all’ordine del giorno del primo Consiglio metropolitano utile.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE