Terzigno, torna libero il pusher “Ligabue”


2288

È stato assolto ed è tornato in libertà il pusher di Terzigno, Andrea Ranieri, 53 anni e noto con il soprannome di Ligabue per via della vaga somiglianza con il rocker di Correggio. L’uomo era finiti in manette per spaccio di sostanze stupefacenti e prima dell’assoluzione aveva l’obbligo di firma disposto dal tribunale.



Ad ogni modo, per Ranieri c’è in programma un altro processo sempre con le medesime accuse. “Ligabue” è un personaggio molto noto a Terzigno ed anche nella vicina Boscoreale. Anni fa, infatti, venne persino gambizzato all’interno di un bar nella zona di Boccia al Mauro.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE