Una messa in ricordo di Ikhiaina Lawrence Aposlie si è tenuta ieri nel cortile di Villa Angela a Terzigno, proprio a pochi passi dal pinto preciso dove il giovane nigeriano è stato ucciso a coltellate da un connazionale di appena 19 anni. Tutto per futili motivi, pare infatti che il povero Aposlie non stesse facendo altro che girare un video con il telefonino.

Gli altri giovani accolti nella struttura ricettiva, gli operatori, le associazioni e semplici cittadini si sono uniti nel momento di preghiera per il giovane ammazzato da un solo fendente tirato dritto al cuore. Nel video qualche momento dell’omelia e alcuni passaggi dei presenti alla commemorazione.