I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Baiano hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Avellino, su richiesta della Procura guidata da Rosario Cantelmo, nei confronti di un 50enne di Boscoreale, ritenuto responsabile del reato di rapina in concorso.

I fatti risalgono allo scorso 10 luglio, allorquando tre malviventi avevano tentato un furto all’interno di un’abitazione di Avella. Il loro piano era però saltato: sorpresi dal proprietario mentre rubavano una cospicua somma di denaro, l’avevano aggredito con calci e pugni.

Il tempestivo intervento dei militari aveva consentito di bloccare e arrestare due degli autori del raid. All’appello mancava il terzo, individuato dalle indagini dei carabinieri, corroborate anche dall’analisi delle immagini delle telecamere presenti nella zona. Un’attività che ha permesso di risalire al 50enne, a carico del quale è stato adottato il provvedimento restrittivo. Rintracciato presso la sua abitazione, l’uomo è stato successivamente trasferito presso la casa circondariale di Bellizzi Irpino.