Rapporto sulle mafie in Toscana da parte della Normale di Pisa. E nello studio emergono alcuni episodi legati in particolare al fenomeno delle scommesse e del gioco d’azzardo e al traffico di stupefacenti. Per il primo settore in particolare, in un’indagine coordinata dalla Dda fiorentina, è stata scoperta una vasta influenza da parte del clan Terracciano originario di Sant’Anastasia e Pollena Trocchia, che in più aree della regione (Prato, la Versilia, le province di Firenze, Pistoia, Lucca) gestisce anche il settore della prostituzione, realizzata attraverso una rete di night club presenti sul territorio toscano, e nel settore delle scommesse clandestine.